utenti ip tracking
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur ad elit.
Morbi tincidunt libero ac ante accumsan.
Associazione Famiglia
e Alzheimer
Vigevano via Bramante, 4 presso Ist. Dè Rodolfi
Tel. 0381/23709 int. 446 Cell. 366/4073888
alzh.vigevano@gmail.com
Vai ai contenuti

Menu principale:

Problemi dentali

Prima bastava che ricordassi a mio padre di lavarsi i denti, poi ha cominciato ad avere problemi a farlo da solo. Adesso lascia che sia io a lavargli i denti, ma solo quelli davanti, perché non apre abbastanza la bocca da permettermi di lavare gli altri.

A causa della perdita di memoria, i malati di demenza talvolta dimenticano di lavarsi i denti o la dentiera. Oppure hanno difficoltà a maneggiare lo spazzolino e il dentifricio, togliersi la dentiera o ricordare in che ordine si fanno le cose. Questo può causare imbarazzo e perfino indurre qualcuno a far finta di averlo già fatto, quando invece non è vero. Col tempo questo può portare a problemi dentali, come dolore alle gengive, carie o protesi che non aderiscono correttamente. Questi inconvenienti a loro volta fanno sì che il malato parli di meno, o perda interesse al cibo. Inoltre, alcuni malati non si rendono conto del problema o non riescono a parlarne. Per questa ragione, è importante assumersi la responsabilità dell'igiene dentale del malato.

______________________________________________________________


Come gestire i problemi dentali


  • Ricordare al malato di demenza di lavarsi i denti e/o la dentiera

  • Aiutarlo a compiere tali operazioni

  • Quando la memoria peggiora, dobbiamo provvedere noi a lavargli i denti e/o la dentiera


Come prevenire i problemi dentali


  • Verificare che il malato si sottoponga a controlli regolari dal dentista


______________________________________________________________


Come gestire i problemi dentali

Persone diverse richiedono livelli di assistenza diversa e le necessità cambieranno anche col progredire della malattia. All'inizio può essere sufficiente ricordare loro di quando in quando quello che devono fare, poi, con il peggioramento della memoria, tali richiami diventeranno sempre più necessari. Il malato può anche aver bisogno di aiuto pratico (ad es. che gli si metta il dentifricio sullo spazzolino). Un modo di fornire aiuto senza che la cosa risulti troppo evidente, può essere quello di lavarsi i denti o la dentiera insieme a lui. Se riusciamo a dividere l'operazione in fasi brevi e facili da seguire ed eseguiamo i movimenti con lentezza, il malato può essere in grado di imitarci e forse riuscirà a cavarsela più a lungo da solo. Alla fine però, tutto questo potrebbe non bastare più e ci troveremo nella necessità di fornirgli un aiuto materiale, per esempio preparando lo spazzolino, spazzolandogli i denti o aiutandolo a togliersi la dentiera. Questo genere di aiuto può essere imbarazzante per il malato. Può avere la sensazione di essere trattato come un bambino: bisogna stare attenti e usare tatto e discrezione.


Come prevenire i problemi dentali

Bisogna fare in modo che il malato si sottoponga regolarmente alle visite di controllo, perché questo contribuirà a ridurre in futuro i suoi problemi dentali. È meglio programmare una visita il più presto possibile, in modo che il malato possa spiegare eventuali problemi, partecipare alle decisioni sulla cura e seguire le istruzioni del dentista. Alcuni dentisti sono anche disponibili a fare visite a domicilio.

Associazione Famiglia e Alzheimer Vigevano
via Bramante 4 presso Istituto Dè Rodolfi
0381/23709 int. 446 - 366/4073888 - alzh.vigevano@gmail.com
Torna ai contenuti | Torna al menu